6 Aprile 2020 - 4:54 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

PaperoneZanin Exxx…Polzive!!! Nel 2019 il pericolante presidente del consiglio FVG, ha tirato più del doppio di un presidente del consiglio italiano: oltre 230mila euri. Il colossale illecito dell’autoassunzione nascosto nell’intervista a “Il Piccolo” e il giallo delle carte. Fedriga sapeva? Gasparotto: “Vada pure dal giudice del lavoro”. Esclusivo

Zanin annuncia che in caso di licenziamento da Mtf, farà ricorso al Tribunale. L’amministratore delegato di Ambiente &Servizi, Isaia Gasparotto, non fa una piega. 

Il “Piccolo” di oggi è quotidiano da incorniciare. Da una parte vengono diffusi i dati dei redditi dei politici regionali maturati nel 2018 e dall’altra l’intervista a Zanin, il pericolante presidente del consiglio della regione latrina d’Italia, il Friuli VG. L’intervista è un capolavoro di capriole lessicali e di lacerazioni delle norme che disciplinano le società a capitale pubblico. Con un’accusa pesante: “Chi aveva le “carte” e le ha tirate fuori alla bisogna?” L’accusa è rivolta presumibilmente a chi ha ricevuto e occultato il parere dello studio legale De Tina che boccia l’autoassunzione di Zanin in Mtf. Un giallo che si tinge di nero e che non salva Zanin dal fatto che doveva esser lui stesso ad informare gli uffici (culpa in vigilando) e il presidente Fedriga sulle sue presunte incompatibilità e illecite posizioni in azienda.

Tornando a “Il Piccolo”, il punto nave della questione è quello legato all’autoassunzione a Direttore Generale il 30 dicembre del 2016. Il passaggio è da Corte dei Conti e da rilievo penale. Eccolo: “L’assunzione è stata deliberata dall’assemblea dei soci che mi ha autorizzato a sottoscrivere un attoi con me stesso”. Non c’è bisogno di scomodare nessuno studio legale per capire che un’assemblea soci non ha alcun potere decisionale. Il compito dell’assemblea non è quello di assumere. Un riparo giuridico nullo confermato dalla giurisprudenza richiamata dal parere dello studio legale De Tina:

“…In forza del decreto legislativo 175/2016, le assunzioni da parte di società a controllo pubblico non potevano che avvenire tramite reclutamento idoneo a garantire i principi di pubblicità e imparzialità…, in difetto, l’assunzione deve ritenersi nulla”.

Vi è poi la questione dell’organo di garanzia in capo alla presidenza del consiglio che viene meno dopo queste omissioni. In quanto ai redditi dei politici regionali, esplode il caso dei doppio ruolo del faraone Zanin. Stando al contratto in Mtf e all’elezione a consigliere e successivamente a presidente del consiglio, i conti sono presto fatti. Mesate Redditi 2019:

81 mila euri da Mtf; 120 mila euri consigliere regionale, indennità di carica presidente compresa; 30 mila euri rimborsi spese esentasse (malgrado due auto blu, quella di Mtf e quella in dotazione al presidente del consiglio). Totale 231 mila euri/anno 2019. Più del doppio del presidente del consiglio. Fedriga impallidisce.

Related posts