16 Ottobre 2019 - 4:33 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

PariteticaFvg Exxx…Polzive!!! Nuovo governo, nuove nomine. Il neo ministro Francesco Boccia del PD vuol rivedere la quota che spetta allo stato nella commissione: ballano i nomi di Massimo Luciani ed Elena D’Orlando. Su chi punta il PD?

Non è un caso che il già onorevole Ivano Strizzolo, in una di queste sere di Friuli Doc a Udine, si sia intrattenuto a lungo con Enrico Bulfone, uno degli avvocati più esperti in disciplina di enti locali, autonomie e aree vaste del FVG. Oggetto della conversazione, la commissione paritetica. Coll’insediamento del Conte-bis è stato nominato anche il nuovo ministro per gli affari regionali e le Autonomie. Si tratta di Francesco Boccia del Pd che va a sostituire la leghista veneta Erika Stefani. Occorre ricordare che la commissione paritetica è formata da 6 componenti di cui 3 di nomina regionale (Billiani, Carlantoni e Spitaleri) e 3 di nomina statale (Giovanni Bellarosa presidente, la prof.ssa Elena D’Orlando e l’avv. Massimo Luciani subentrato al dimissionario Bertolissi). La nomina dei componenti di parte statale, per consuetudine costituzionale, è richiesta dal governo, nella persona del presidente del consiglio dei ministri e, per sua delega, al ministro per gli affari regionali. Cambiano i governi e cambiano gli uomini, naturale. In questo senso e soprattutto in virtù della lunga esperienza di Strizzolo in paritetica, non è da escludere che il neo ministro Boccia possa rivedere i nomi dei componenti della commissione per ciò che riguarda la quota statale. Vieppiù che il PD regionale è rimasto a secco di nomi nell’esecutivo giallo-rosso.

Ivano Strizzolo, al pari dell’avvocato Bulfone, vanta una notevole esperienza nel settore delle autonomie, l’ex onorevole fu nominato nel lontano 2013 in quota regione assieme al prof. Leopoldo Coen e Riccardo Illy. Ministro competente era Graziano Del Rio. 

Le Commissioni paritetiche sono un organo consultivo e nel contempo, “uno strumento di collaborazione e raccordo tra Stato e Regioni”. Sia Bulfone che Strizzolo concordano su un punto: la Commissione Paritetica è punto di riferimento e di congiunzione con i ministeri che esercitano quelle funzioni che le Regioni rivendicano attraverso di noi.

Il ministro Francesco Boccia è nato a Bisceglie nel 1968, laureato in Scienze politiche con successivo Mba alla Bocconi di Milano.  È stato deputato del Pd fra 2008-2013 e poi nuovamente eletto nel 2018.

Related posts