16 Ottobre 2019 - 5:13 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

ParkingFontanini Exxx…Polzive!!! Bufera sui permessi auto riservati ai leccaculo del sindaco. Malumore fra i dipendenti del comune. L’architetto Tomaselli: “Il sindaco trovi un parcheggio per tutti i dipendenti”. I dirigenti pagano e parcheggiano al Magrini. Altri casi. Esclusivo.

Il sindaco di Udine Fontanini ha trasformato il primo piano del palazzo più autorevole della città nel proprio tinello. Una figura dozzinale eletta per sbaglio. Ora si prendono provvedimenti. Leggi l’avviso in calce. 

Dopo che il blogger ha pubblicato la foto dell’auto della badante del sindaco parcheggiata all’interno dell’ex caserma Duodo, a palazzo D’Aronco è scoppiato il putiferio. Come si spiega il fatto che dopo poco più di un mese dal suo arrivo, la badante di Fontanini, Patrizia Paoletig, dispone di un parcheggio riservato? Potere del lecchinaggio. I dipendenti che da decine d’anni lavorano a palazzo D’Aronco sono su tutte le furie. Costoro non hanno mai goduto di questi privilegi, la più parte degli impiegati parcheggia al Magrini, acquistando regolare abbonamento mensile. Gli stessi dirigenti fanno uso del comodo parcheggio a pagamento. Per quale merito la badante del sindaco (un “C”) gode di questo privilegio? Il blogger, che è deviato e irregolare, pensa male, robe turche, non c’è altra spiegazione. Tuttavia vi sono altri casi, come quello di un dirigente sotto copertura di un assessore che parcheggia la sua Opel negli spazi della scuola IV Novembre. Chissarà? In tutto questo tormento s’alza la voce di un ex dipendente del comune, l’architetto Michele Tomaselli, portavoce delle sigle sindacali Cisal e UGL che osserva:

“L‘amministrazione comunale con la stessa celerità dimostrata per Paoletig, s’impegni a trovare un parcheggio per tutti i dipendenti che lavorano tra palazzo d’Aronco via Stringher e Beato Odorico. Stando al differente trattamento, se quanto riportato é vero. Opportuno trovare un trattamento equo per tutti i dipendenti e non figli e figliastri”. Ecco l’avviso cui Fontanini ha distribuito per decidere, arbitrariamente, chi dovrà o meno godere del privilegio. La città più elegante del Nord in mano ai dozzinali.

Related posts