17 Novembre 2019 - 9:30 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

PasianDiPrato Exxx…Polzive!!! Fallisce la cordata Pozzo-Giau contro la Lega. Il consiglio comunale resta saldo nelle mani di Tosolini-Del Forno. Giunta e cittadini arrostiti: Piano del traffico approvato. Impegno di spesa di 6,5 milioni di euri. Approvata la variante. Lendani interroga il sindaco sul pediatra.

In una delibera di giunta di fine agosto è stata nominata, su proposta del leghista e vice sindaco Del Forno (querelante blogger), la nuova commissione edilizia del comune di Pasian di Prato (Ud). Ecco i nomiIng. Duilio Cosatto comproprietario di un complesso residenziale a Passons. Arch. Luisa Frisano progettista pedonalizzazione della piazza Matteotti di Pasian di Prato. Perito edile Giovanni Giacomini. Ing. Tamara Pizzamiglio vicina alla Lega. Geom. Ernesto Tosolini presidente vecchia commissione edilizia e presidente di seggio interessato a uno dei due ricorsi elettorali e l’Arch. Stefano Carlutti nominato dall’associazione disabili ai ferri corti col geom. Tosolini.

Lo scorso mercoledì sera si è celebrata la “normalizzazione” della maggioranza centrodestrista del comune di Pasian di Prato. Prima di argomentare su una variante al piano regolatore e un piano del traffico (approvati), è necessario esplorare il piano politico della maggioranza. L’attesa dell’ammissibilità dei due ricorsi al Tar (Giau e Del Fabbro), prevista per il 25 settembre, va ormai ricondotta in quel perimetro delle previsioni politiche che vengono rullate dagli eventi. L’ingresso di Giau in consiglio comunale al posto di De Santis, avrebbe avuto la funzione di costruire un’asse pericolante fra il sindaco Pozzo e il dirigente di Fratelli d’Italia con lo scopo di isolare la Lega e allacciare nuove relazioni con alcuni consiglieri di opposizione. Il consiglio dell’altra sera, con l’approvazione di modifiche urbane sostanziali, ha blindato la maggioranza a guida Tosolini-Del Forno almeno fino al 2023 (elezioni regionali). 

Mercoledì sera è stato approvato il piano urbano del traffico (solo i 10 voti della maggioranza), fra i punti principali è prevista un’area pedonale in piazza Matteotti a Pasian di Prato e in senso unico irragionevole in via Principale a Passons. Il piano si articola in 3 fasi il cui costo complessivo previsto è di circa 6 milioni e mezzo di euri. Il magheggio planetario dei palazzinari è rivelato dal fatto che il documento è stato adottato il 18 gennaio, pubblicato in albo pretorio dal 15 febbraio al 18 marzo e approvato l’11 settembre scorso. Il vulnus risiede in quel brevissimo lasso di tempo che intercorre fra il 15 febbraio e il 18 marzo. In quanto alla variante n° 58 meglio conosciuta come quella dei “Palazzinari del Cormor” (approvata solo dai consiglieri di maggioranza. Voti contrari di Quai e Santelia, i 4 consiglieri del PD sono usciti dall’aula), va rilevato che il piano prevede 25mila metri quadri di superficie edificabile in attuazione diretta, senza verifica degli standard e 17 nuove lottizzazioni che devono essere ancora edificate. A testimonianza del delirio antiambientalista che connota l’amministrazione del sindaco Tosolini (Pozzo…) va rilevata la puntuale osservazione dell’ARPA, che, in merito a questa variante, rileva: “…in molte modifiche della zonizzazione si rileva un consumo di suolo che andrebbe limitato il più possibile“. Inoltre, in una zona che rientra nella variante e situata nella frazione di Colloredo di Prato, l’ARPA rileva un vincolo paesaggistico.

In quanto alla furia erosiva del suolo condotta dalla maggioranza comunale, la stessa agenzia regionale mette in guardia gli amministratori ricordando loro che la regione Friuli VG si pone al quinto posto in Italia per il più elevato consumo di suolo. Il futuro delle nuove generazioni visto da Pasian di Prato. Sul servizio di pediatria, il consigliere Lendani ha ottenuto risposte soddisfacenti da parte del sindaco per la ripresa del servizio entro il mese di ottobre. Ecco il lucido del piano del traffico rispetto alla piazza di Pasian di Prato:

 

Related posts