23 Settembre 2020 - 2:13 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

PolverieraCodroipo Exxx…Polzive!!! Spunta il magheggio su una Concessione “furbetta” per l’ASP Daniele Moro da circa 14 milioni di euri. Codroipesi condannati a pagare rate da 600 mila euri/anno per 20 anni. Il presidente facente funzioni Luciano La Tona rinvia la relazione in consiglio comunale. Bufera sul Palazzo. Esclusivo.

Il palazzo brucia. Codroipo infetta, Regione Fvg malata. Nell’Azienda Pubblica di Servizi alla persona Daniele Moro, il cui presidente Molaro si è dimesso nel maggio scorso, spunta un petardo stellare che affonda le sue radici all’epoca della formidabile “EXE” di Udine. Il profilo del bidone si è manifestato circa un anno e mezzo fa attraverso una bozza di proposta relativa al rifacimento dell’intero sistema impiantistico e di efficientamento energetico dell’ASP Daniele Moro di Codroipo. Un affare da circa 14milioni di euri. Piatto ricco, mi ci ficco e si inizia ad istruire la pratica con estrema rapidità. Il 28 giugno 2019 il CDA delibera di dare mandato alla direttrice generale Battiston di avviare la procedura di affidamento dei lavori da realizzarsi in regime di concorso di un privato nell’opera milionaria. Il privato ha già un nome ed è quello della «A.B.P. Nocivelli Spa» di Castegnato (Bs). Pur non avendo esplorato altre proposte sul mercato energetico, il 13 novembre 2019 il Cda approvava il progetto bresciano da realizzarsi in “project financing”. Intanto crescono i malumori all’interno del Cda. Qualcosa turba alcuni amministratori (sono rimasti in 3 e nessuno vuole impelagarsi) e iniziano le perplessità sull’operazione che sfoceranno nelle dimissioni del presidente, l’avvocato Molaro.

Assunto l’incarico del Cda, il direttore generale Battiston procede a ritmo serrato. Il mese di gennaio di quest’anno viene indetta la gara per l’affidamento dell’appalto. La Battiston nomina Rup Enrico Guadagno, mentre la commissione giudicatrice è così composta: presidente Valentina Battiston e commissari Alessio Zanutti e Luca Rigo. Il bando viene pubblicato il 20 gennaio e chiuso il 2 marzo. Poco più di un mese. Un’assurdità per un affidamento di valore così alto. Infatti nella seduta pubblica riunita il 6 marzo per la verifica delle offerte pervenute, la commissione giudicatrice aveva scoperto che, guarda caso, al Protocollo era stata depositata solo un’offerta. Qual’è l’unica azienda che ha presentato il plico? E’ la Nocivelli Spa alla quale sarà assegnata la gara per la “Riqualificazione energetica gestione termica ed elettrica dell’ASP  Daniele Moro di Codroipo” per la durata di 20 anni. Per i bresciani un affare di 13milioni e 600 mila euri. Per i codroipesi un bidone da circa 600mila euri/anno di canone per 20 anni. 

L’attuale presidente facente funzioni è Luciano La Tona, un fedelissimo del sindaco Marchetti, che alla recente richiesta dell’opposizione di relazionare sullo stato dei conti dell’ASP ha risposto che il consiglio sarà convocato a breve. In realtà, si dà per certo che prima di Natale non sono previste adunanze consiliari e non sono nemmeno graditi i ficcanaso sui nuovi affari energetici della storica Azienda di servizi alla persona Daniele Moro. Il feudo di Marchetti-Battiston di v.le Duodo è blindato, ma il palazzo di piazza Garibaldi brucia. 

Related posts