23 Settembre 2020 - 2:16 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

PolverieraCollinareFvg Exxx…Polzive!!! La fame di poltrone polverizza la storia del Consorzio: Fratelli d’Italia si accorda con la sinistra e contro la Lega. Lo scandalo della norma transitoria condannato dal gruppo di “Voliamo Insieme” di Fagagna (Ud). Stasera la resa dei conti. Esclusivo

David Aquini, presidente dell’assemblea consortile della Comunità Collinare del Friuli, ha convocato urgentemente per questo pomeriggio (martedì), l’assemblea dei sindaci per emendare la famigerata norma transitoria votata la settimana scorsa. Una sorpresa spuntata all’ultimo minuto dopo che nei 15 comuni era già stato inviato lo statuto per la sua approvazione entro il 30 settembre, un documento che non conteneva la norma di proroga del CDA per un altro anno.

A chi interessa che l’attuale CDA del presidente De Simon resti in carica ancora per un anno? Chi sono i suoi  componenti? Il vice è Pirrò, i membri sono Domenico Bulfone, Massimiliano Pischiutta e Gianbattista Turridano. Lo sbrego è profondo soprattutto fra i partiti di centrodestra. Pesa sul presidente De Simon la posizione pilatesca assunta in sede di assemblea di A&T 2000 che ha regalato al centrosinistra (???) la presidenza all’uscente Aita.

La regione (Lega) si oppone alla norma salva-Cda, mentre alcuni sindaci difendono la scelta della proroga fra i quali la Celotti, sindaco di Treppo, Ovan di Colloredo, Asquini di Coseano, Montagnese di Moruzzo, Contardo di Rive d’Arcano. Il caos è palpabile per via dei tempi tecnici che incombono. Una figuraccia di merda planetaria per Fedriga-Roberti. Entro il 30 settembre lo statuto adottato dall’assemblea collinare deve essere approvato dai 15 comuni. Pena l’esclusione. Quale statuto sarà inviato ai 15 comuni? 

La Comunità Collinare è lo spirito della riforma Roberti, e sarebbe il colmo che in una comunità a maggioranza di sindaci di centrodestra lo statuto non venisse approvato. A Trieste i nervi sono a fior di pelle e nel fine settimana scorso gli incontri sono stati incessanti.

Uno scandalo salva poltrone che ha raggiunto alcuni consiglieri comunali di Fagagna del Gruppo Voliamo Insieme.

Andrea Schiffo, con lo statuto ante modifica alla mano, rileva: “Ora si capiscono molte cose, il sindaco Chiarvesio ci ha accusati di essere dei poltronari, ma lui annuncia il voto favorevole alla modifica dello statuto per parare il sedere al suo assessore Domenico Bulfone che sta anche nel Cda del Collinare. Secondo noi – osserva Schiffo – non è l’esempio di buona amministrazione che i cittadini si aspettano. Le mesate contano più di qualsiasi altra cosa”. Ecco il tormentato articolo 34:

«In sede di prima applicazione del presente Statuto, il Consiglio di amministrazione resta in carica fino al 30/9/2021 ed assume la nuova denominazione di Comitato esecutivo».

Il testo viene approvato con 11 voti favorevoli e 3 astenuti (San Daniele del Friuli, Forgaria nel Friuli e Dignano) assente Majano. 

Related posts