10 Luglio 2020 - 5:14 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

PolverieraDall’Ava Exxx…Polzive!!!! Il caso “CentroStrupri” dei talentuosi friulani raggiunge il Piemonte: Possibili danni all’immagine della F.C.A. Italia. Attivate le batterie legali di Corso Agnelli 200 a Torino. Esclusivo.

Rimbalza fino in Piemonte il caso dei talenti friulani che inneggiavano allo stupro, caldeggiavano la riapertura dei lager e invitavano «….le “signorine” a prendere dei cazzi in bocca e star zitte». (Copyright Alberto Dall’Ava, Giacomo Minini, Francesco Diasparra, Matteo Ciotti, Luca Cristofoli, Andrea Zovatto e Gianluca Vidoni).

Grazie alla fenomenale Selvaggia Lucarelli è stato scoperchiato uno degli angoli più latrinosi del Friuli che fa il paio con i magheggi delle sistemazioni dei morti di fama negli ambienti politici e parapolitici. Friuli Latrina d’Italia.

Dopo gli esposti, denunce e indignazioni generali, una foto della maglietta è finita sul tavolo dell’ufficio legale della FCA Italia di corso Agnelli 200 a Torino. Qual’è il motivo di tanto interesse? Molto semplice. Sotto la scritta “CentroStupri” è stata stampata l’immagine di una vettura di tendenza, una Fiat 500L. La sagoma non lascia dubbi sul modello e sulla marca, riconducibile alla FCA (Fiat Chrysler Automobiles).

Vista la risonanza nazionale che ha avuto la bravata, gli uffici legali della holding torinese sono al lavoro, si rilevano danni d’immagine determinati dal titolo della maglietta che ha fatto il giro d’Italia: «Centro Stupri» fissato sopra la foto della 500, quasi come fosse la vettura il luogo più adatto a compiere le azioni sventurate.

La storia di una delle più grandi fabbriche di auto dei mondo sfregiata da talenti friulani

Related posts