30 Ottobre 2020 - 4:47 am


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

PolverieraPordenone Exxx…Polzive!!! Il sindaco Ciriani “scarica” Forza Italia. A Portogruaro (Ve) gli azzurri sono crollati al 2,3%. Le “Pesature” Friulane. Esclusivo.

Da partito dell’impresa a partito della spesa. L’anno nero degli azzurri a Nord Est. A Pordenone il sindaco Ciriani vuole liberarsi di un assessore forzista. Savino e Dal Mas ridono. A Portogruaro (oggi i risultati ballottaggio), i berluscones incrociano il destino: 2,37%, un risultato pazzesco. In regione Fvg la maggioranza chiede la revisione delle compensazioni a un partito che ha solo 4 consiglieri. Iniziati i traslochi.

 

 

 

Il paradigma del tramonto azzurro a Nord Est è tracciato sull’asse Pordenone-Portogruaro. Nell’elegante cittadina sul Lemene, al primo turno delle elezioni comunali di due settimane fa, il partito della spesa (Forza Tragica) non è andato oltre il 2,37%. Era quello del sindaco uscente Senatore che è stata bastonata e al ballottaggio è finito invece il candidato della Lega, Favero. 

A Pordenone, l’infaticabile sindaco Ciriani ha scaricato l’assessore Forzista Guglielmina Cucci rea di aver sottovalutato e ignorato l’importanza di misure a sostegno delle imprese con il bando “periferie” del valore di circa 3,5 milioni di euri. Ossigeno per le partite iva che gli azzurri hanno trascurato. Il prossimo anno Pordenone va al voto e il sindaco uscente non vuole scorie. Da partito dell’impresa a partito della spesa.

La foto della coordinatrice regionale Fvg Savino e del paraculato senatore pordenonese  Dal Mas è la rappresentazione plastica del tramonto azzurro. Li vedi? Sorridono mentre le imprese sono alla canna del gas. Il partito della spesa si gonfia con le sistemazioni che vengono allegramente spartite fra Udine e Trieste. 4 consiglieri regionali corrispondono a un vice presidente di giunta, un presidente del consiglio, un assessore sulla graticola, un presidente di commissione e poltrone per trombati nelle partecipate. A breve nelle gramole degli azzurri finirà anche la presidenza della Quiete di Udine, il presidente designato, Alberto Bertossi riceverà un compenso di oltre 40mila euri/anno. Da partito dell’impresa a partito della spesa, una miniera di sistemazioni inesauribile. Chi non ricorda la norma sul portavoce del presidente del consiglio che i forzisti hanno voluto introdurre a livello regionale e che non era mai stata prevista? Il compenso per “l’invenzione” pro trombati vale 100mila euri/anno. Olé

Ecco un brano. “Il Presidente della Regione e il Presidente del Consiglio regionale possono avvalersi ciascuno, per tutta la durata del loro incarico, di un portavoce con compiti di diretta collaborazione ai fini dei rapporti di carattere politico-istituzionale con gli organi d’informazione. L’incarico di portavoce è conferito, con contratto di lavoro di diritto privato a tempo determinato, rispettivamente dalla Giunta regionale, su proposta del Presidente della Regione e dall’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale, su proposta del Presidente del Consiglio regionale”. Chi sarà il fortunello? Il nome è gà nel taccuino di Leopost. 

Related posts