9 Aprile 2020 - 9:58 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

Prestigiacomo Exxx…Polzive!!! SbregoMediterraneo: Fedriga “scarica” Forza Italia, parole di fuoco del presidente friulano contro l’iniziativa umanitaria della parlamentare azzurra: “Fini propagandistici”. Conseguenze fatali in Regione; gli azzurri: “Siamo portatori di valori di umanità ai quali non possiamo rinunciare”. Sbreghi Mondiali

La sintesi dell’azione umanitaria sulla Sea Watch compiuta ieri dell’onorevole siciliana Stefania Prestigiacomo (è salita a bordo della nave che si trova al largo di Siracusa NdR), la fornisce il quotidiano “IlTempo”: FORZA ITALIA SOCCORRE I MIGRANTI.

Il presidente della regione Friuli VG, il leghista Fedriga, osserva il dato politico: un partito alleato di governo in regione, si pone su un livello diametralmente opposto a quello della Lega. Il segretario nazionale (Fedriga) è su tutte le furie e non le manda a dire, si scaglia contro Stefania Prestigiacomo di Forza Italia che ieri mattina è salita a bordo dell’imbarcazione Sea Watch: “Ha compiuto un atto illegale per meri fini propagandistici.” 

Fra pochi giorni si va al voto in Abruzzo; inoltre, proprio venerdì scorso, la coordinatrice del Friuli VG di Forza Italia, Sandra Savino, aveva incontrato il governatore Fedriga. Fra il voto regionale e la distensione, irrompe Stefania Prestigiacomo. Il Friuli e Trieste sono considerati la Lampedusa d’Italia, i clandestini che attraversano il confine sloveno per raggiungere il Bengodi, sono numerosi. Friuli invaso dai Pakistani. Da che parte sta Forza Italia? Prestigiacomo lo fa capire in modo inequivocabile: 

«La posizione di Forza Italia sull’immigrazione è molto chiara ed è quella del coinvolgimento e della responsabilizzazione dell’Europa. Abbiamo i nostri valori di umanità a cui non possiamo rinunciare mai. Forse sul caso specifico Tajani non aveva sentito Berlusconi». Molti suoi colleghi di Forza Italia, però, si sono infastiditi per questa sua iniziativa, le rimproverano di essersi affiancata al Pd e a Leu. «Mi scusi, io non riesco a fare distinzioni politiche su una iniziativa di carattere umanitario. Io mi sono affiancata alla mia città che è disposta ad accogliere i migranti e non ho problemi a dialogare con dei colleghi di qualsiasi partito su questi temi». Il segretario nazionale della Lega Fedriga, su tutte le furie. 

Related posts