16 Ottobre 2019 - 4:33 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

RegimeFvg Exxx…Polzive!!! Rinviata a lunedì l’assemblea dei sindaci con l’autorità unica per i servizi che vuole blindare i comuni friulani per 15 anni e impedire il mercato libero dei servizi. Friuli come il Venezuela. Pozzo riconfermato presidente AUSIR

 

Monopolizzare il mercato e controllare a proprio piacimento i prezzi. Alzarli o abbbassarli questo è il diabolico obiettivo dell’autorità che ieri in assemblea voleva chiudere la partita. Coglionatura colossale. 

Si erano riuniti ieri nella sede del CAFC di Udine ed è stata rinviata a lunedì prossimo l’assemblea dei sindaci che fanno parte del cosidetto ambito “Centrale” per la gestione del servizio idrico integrato e dei rifiuti urbani; acronimo Ausir. Il punto 3 è quello che ha destato le preoccupazioni maggiori fra gli amministratori del Friuli. Eccolo: “Parere vincolante sulla proposta di forma di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani…”. In pratica l’autorità unica vorrebbe coglionare i comuni friulani con la blindatura per 15 anni del servizio integrato. Molti enti hanno le scadenze dei servizi per il 2022/2023, se passasse questo documento, le società A&T 2000 S.P.A., NET S.P.A. e MTF S.R.L. (ancora in mano al presidente Zanin), avrebbero in mano tutti i comuni della provincia di Udine. Forniture blindate per 15 anni, in barba al libero mercato e in piena coerenza coi regimi sudamericani. E’ significativo che nella riunione di ieri solo il comune di Udine abbia votato contro il rinvio. Se ne riparlerà lunedì prossimo alla presenza di un sostenitore del monopolio dei servizi: il direttore generale Marcello Del Ben. I vertici dell’autorità vogliono fare in fretta giacché il 26 settembre è prevista l’assemblea regionale in cui verranno discussi due punti delicatissimi per l’accesso o meno dei comuni al libero mercato: Riconoscimento e prosecuzione delle gestioni in essere di A&T 2000 S.P.A., di NET S.P.A. e di MTF S.R.L. e Individuazione dell’ambito di affidamento, scelta della forma di affidamento, affidamento a regime del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani per i territori dei Comuni che costituiscono l’Assemblea locale “Centrale”, ai sensi della stessa LR 5/2016 e della disciplina italiana ed europea in materia; in pratica sei vincolato per 15 anni e il fornitore può abbassare p alzare le tariffe a suo piacimento. Ecco la formazione dell’autorità d’ambito regionale. 

  • l’Assembla locale “Occidentale Pordenonese” per la gestione del servizio idrico integrato;
  • l’Assembla locale “Occidentale Pordenonese” per la gestione integrata dei rifiuti urbani;
  • l’Assembla locale “Interregionale” per la gestione del servizio idrico integrato;
  • l’Assembla locale “Centrale” per la gestione del servizio idrico integrato e dei rifiuti urbani;
  • l’Assembla locale “Orientale goriziana” per la gestione del servizio idrico integrato e dei rifiuti urbani;
  • l’Assembla locale “Orientale triestina” per la gestione del servizio idrico integrato e dei rifiuti urbani.
  • Il sindaco di Pasian di Prato Andrea Pozzo è stato riconfernato presidente dell’assemblea locale “Centrale”. 

Related posts