3 Giugno 2020 - 2:29 am


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

RegioneFutura Exxx…Polzive!!! Modalità Calamita: 5 sindaci escono da Progetto FVG ed entrano con Saro. A Cividale saremo determinanti. Zanon: “Sorprese sul gruppo in consiglio regionale”. Il pensiero unico ha creato una pericolosa stagnazione economica. Esclusivo.

5 sindaci (Martignacco, Cavasso Nuovo, Trivignano, Povoletto e Colloredo di Monte Albano) sono già usciti da ProgettoFVG e sono passati con “Regione Futura”: No al pensiero unico. Una buona base di partenza del movimento che rimanda all’assetto regionale: Mettere in discussione lo sbilanciamento compensativo di Forza Italia (Pericolanti e devastanti per la maggioranza, ben due pedine: Riccardi e Zanin) e di Progetto FVG e incalzare Fratelli d’Italia. Disegno ambizioso ritagliato attorno al principio: No al pensiero unico e superare l’imballatura della giunta Fedriga che sta paralizzando la regione (Sanità, Economia, Turismo, cultura, infrastrutture, ambiente)Tutto si tiene, tutto è simbolico.

E’ stata presentata oggi a Udine la nuova formazione politica simboleggiata dal giallo, azzurro e il bianco che riunisce gli eretici del centrodestra friulano. Relatori: Castenetto, Zanon, Paolo Ciani, Fedele, Serenella Ferrari, Buttignol e Ovan. In prima fila Saro e Tondo. Il deputato di Tolmezzo esordisce: “Non dovrei essere qui, visto che questa componente ha voluto Fedriga e non me presidente…, ma anche se per anni io e Saro ci siamo ignorati, ora dobbiamo pensare alla regione e dare risposte ai problemi di questa regione…”. Saro apprezza e cita e ricita le parole di Tondo nell’amichevole buvette seguita alla presentazione: “Se Tondo, col suo esergo, pensa che io possa riaprire i rapporti con Bini, si sbaglia di grosso, non ci sono margini”. Cividale, per restare all’immediato? “Noi seguiamo Balloch, le scelte che lui farà per la corsa a sindaco, saranno condivise anche dal nostro gruppo”. In questa vicenda s’inserisce Tondo che replica: “Se Novelli si candida, noi sosterremo lui”. Chiaro il concetto.

Questo è il succo e la sintesi del progetto “Regione Futura”: No al pensiero unico e nemmeno all’informazione unica e di regime che, sussurrano i protagonisti, sta dando il peggio di sé proprio in questi ultimi mesi. Tornando a “Regione Futura”, è il presidente Zanon a delineare i progetti per la Regione: “C’è molto da fare, e sono ottimista, non puntiamo a costituire un gruppo di 3 consiglieri, bensì di 4 e ci sono buone prospettive”. I nomi? per ora solo cenni…: “Ma –  assicura Zanon – vi sono buone possibilità che anche dalla minoranza qualcuno passi con noi”. Mercoledì prossimo a Pasian di Prato si terrà un nuovo incontro dove saranno presentati i quadri che, per l’intanto, sono i seguenti: Castenetto coordinatore regionale; Zanon presidente; Paolo Ciani segretario organizzativo e Andrea Pertoldeo tesoriere. 

Related posts