23 Settembre 2020 - 8:10 pm


Il blog dei badilanti

radiobadile@gmail.com
Breaking News

SanitàFvg Exxx…Polzive!!! Bufera della Lega umbra contro il neo DG di Udine Braganti, congelate le nomine dei 6 dirigenti umbri. Pordenone nella mani del delegato alla sanità del PD: Jo Polimeni. Esclusivo.

Ciò che la Lega Centrale rifiuta, il Friuli accoglie.

Sbrego leghista sulla dorsale appenninica. In Umbria Massimo Braganti, ex direttore sanitario dell’Asl2 è finito nel tritacarne della polemica politica generato da un leghista e, per converso, lo stesso dirigente, viene accolto e venerato dalla Lega in Friuli. Cos’ha combinato in Umbria il neo direttore generale dell’azienda sanitaria Friuli Centrale? Presto detto. Prima della fuga su al Nord ha stabilizzato 6 dirigenti a tempo indeterminato. Il leghista Valerio Mancini si è accorto ed ha fatto scattare le indagini: porterà il dossier in Procura. La delibera di nomina dei 6 dirigenti intanto è stata congelata, non è attuata, cioè di fatto sospesa. E c’è un accertamento interno del commissario straordinario dell’Asl2 Massimo De Fino. Si è mossa la giunta regionale guidata dalla leghista Donatella Tesei. La presidente ha messo mano al dossier, da quanto risulta al Messaggero di Roma, insieme l’assessore alla Sanità, Luca Coletto. Poi, dopo i dubbi, è arrivato l’input a De Fino per l’accertamento interno e il conseguente stop alla delibera di stabilizzazione. Tutto congelato. 
Così viene sospeso per verifiche, l’ultimo atto del precedente commissario straordinario, Massimo Braganti. Il 23 dicembre si era dimesso e aveva anche cercato di trattare con la Regione sui tempi del mancato preavviso.

La presidente leghista Donatella Tesei il 30 dicembre ha nominato, come sostituto di Braganti, Massimo De Fino. Questi i fatti.

In quanto al direttore generale dell’azienda Friuli Occidentale, il fuggitivo Jo Polimeni, risulta essere uno dei delegati alla sanità del Pd. Il blogger dedicherà una pagina fra pochi giorni.

Related posts