13 Dicembre 2019 - 9:38 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

SanitàFvg Exxx…Polzive!!! Giuseppe Tonutti, il commissario dell’ospedale di Udine dove piove dentro, nella rosa dei candidati per gli incarichi di direttore generale delle aziende sanitarie. Esclusivo i 21 nomi. Scoppia il caso del fiorentino Braganti.

Con delibera di giunta regionale del 29 novembre scorso, è stata approvata la rosa dei candidati stilata dalla commissione ai fini del conferimento degli incarichi di direzione generale delle aziende ed enti del servizio sanitario del Friuli VG. Le aziende sono: la tormentata Arcs (Coordinamento per la salute, quella di Zavattaro); Friuli Occidentale; Giuliano Isontina; Friuli Centrale; Burlo Garofolo di Trieste; Riferimento oncologico di Aviano.

Fuori grossi calibri come quelli di Benetollo e di Possamai, i nomi degli aspiranti direttori generali che dovranno declinare nella pratica il nuovo assetto istituzionale e organizzativo del servizio sanitario regionale del Friuli Venezia Giulia, sono quelli pubblicati in foto. Riforma sanitaria timbrata Riccardo Riccardi. 

Esplodono subito due casi da Champion. Uno è quello di Massimo Braganti, nome nuovo sul quale i valutatori hanno inquadrato l’interesse per le sue capacita, l’altro è quello di Giuseppe Tonutti, commissario dell’azienda ospedaliera Santa Maria della misericordia, ovvero l’ospedale di Udine. Braganti è stato nominato poco pn anno fa direttore amministrativo della Asl Toscana centro. Il dirigente sanitario è già in fuga dalla Toscana e viene accolto in Friuli; molto probabilmente sarà lui a prendere il posto di Tonutti a Udine. Su quest’ultimo, sorprende l’esito dei valutatori. L’ospedale di Udine è al centro di proteste continue da parte del personale per carenze manutentive, igiene (muffa sui muri del passaggio dei cibi e sui corridoi delle gallerie), impianti di condizionamento arrugginiti, reparti trasferiti in piena estate (vedi leopost giugno 2019), assenza di riparazioni dai tetti dove piove l’acqua nelle corsie (manifestazione di sabato scorso in piazza San Giacomo a Ud) e destinazione d’uso illecita dei magazzini dell’ospedale. Tonutti, secondo le intenzioni del presidente Fedriga e in accordo col vice presidente Riccardi, potrebbe finire al posto di Zavattaro in Arcs. In quando agli altri incastri, in ipotesi gira il nome di Francesca Tosolini al Burlo, Poggiana sarà confermato nell’azienda attuale; Stefano Dorbolò a Pordenone e Zavattaro probabile destinazione al Cro di Aviano. 

Related posts