13 Dicembre 2019 - 9:39 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

SaroCalamita Exxx…Polzive!!! “Sono ancora segretario di ProgettoFvg a tutti gli effetti, nessuna sfiducia, ma siamo divisi da linee politiche diverse”. A giorni un incontro. Zalukar va nel gruppo misto.

“Ieri sera, per mitigare le tensioni, avevo proposto Giuliano Castenetto segretario, ma la proposta è stata respinta”. Saro Calamita, il ritorno.

Mentre in consiglio regionale va in scena la madre di tutte le riforme, Saro narra le vicende che lo hanno visto indiscusso protagonista della politica a Est del NordEst di questi ultimi mesi. “Ho parlato stamattina con Fedriga, una delle figure sicuramente più interessanti della Lega dopo Salvini – osserva il senatore – gli ho spiegato come sono andate le cose ieri sera e che alla Lega, pur con le percentuali siderali sulle quali viaggia ora, gli serve un alveo politico dove il confronto sia preponderante; con lui ho un rapporto di stima reciproca”. L’idea è suggestiva, quella di costruire una coalizione di centrodestra densa di idee e di confronto, autonomia e smarcamento da eventuali posizioni egemoniche. Come dire, il diavolo e l’acqua santa, elementi che in Lega non potranno mai combinarsi. 

Saro tuttavia ha ancora in mente il felicissimo esperimento del PDL, un soggetto politico che viaggiava a ritmi altissimi grazie alla composizione eterogenea del gruppo. Infatti, il senatore di Martignacco voleva disegnare Progetto Fvg sul modello Popolare-riformista del Popolo delle libertà con piglio inclusivo per attrarre quella parte di elettorato senza casa che, secondo Pagnoncelli, rappresenta oltre il 40% dell’elettorato. Un sano confronto all’interno della coalizione. Per crescere.

In questo senso, Saro è consapevole che ormai l’avventura in ProgettoFvg è giunta al capolinea e guarda al futuro. SaroCalamita. Pensa a un gruppo in consiglio regionale (minimo 3 componenti) che potrebbe formarsi fra le varie anime irrequiete della coalizione. Mentre è in corso il confronto con i giornalisti, giunge una chiamata sul cellulare di Saro, dall’altra parte è il consigliere Emanuele Zanon: “Sarai sempre con me – risponde Saro – e ti assicuro che molti altri di ProgettoFvg, mi seguiranno”.  

Proprio oggi Walter Zalukar, subentrato a Piero Camber, ha optato per il gruppo misto, non aderendo a quello di Forza Italia cui era stato eletto. Insomma, un gran trambusto che ha interessato la piazza più famosa della politica regionale: i passi perduti del consiglio, sotto lo sguardo vigile delle foto dei Krampus di Tarvisio. E un’ultima raccomandazione di Saro: “Caro Fedriga, non cullarti sugli allori, attenzione che ormai in Italia i processi politici e sociali, corrono velocemente”. Scomporre e ricomporre, Deridda alberga tra noi.  

Related posts