13 Dicembre 2019 - 11:27 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

SaroCorSaro Exxx…Polzive!!! Codificata l’evaporazione di Bini: “A Che serve ProgettoFvg? l’elettore alla fotocopia preferisce la copia”. La regione sta andando a rotoli e non si rendono conto. Zanon: “Non mi faccio condizionare dai giornali”. Oltre 200 corsari a FontanaBona. Né garzoni né subalterni. Esclusivo.

La germinazione filo leghista di Bini, concepita con l’idea ambiziosa di staccare voti e nomenclatura berlusconiana per costruire un sostegno moderato tra Fratelli d’Italia e Lega è già sulla via del tramonto. La guerra lampo messa in piedi dal rancoroso Riccardi contro Saro, si è impantanata ieri sera a FontanaBona (Ud). Il vice presidente della regione, alla disperata ricerca di un parcheggio adeguato nella ZTL della politica regionale (Bini?), ha voluto metterci il cappello nella querelle Saro-Fedriga-Bini. Ha scomodato caserme e casini, dimenticando che il primo a sperimentare in Fvg i casini fu proprio lui: a San Daniele del Friuli (Nel 2013 sostegno al Dem Paolo Menis contro la Lega) e a Codroipo (2016) che voleva cacciare Fabio Marchetti per far posto ad Anna Fabbro. Non si tratta di 20 anni fa. Che ProgettoFvg sia ormai al capolinea lo si è capito dalla presenza di numerosi amministratori che ieri sera hanno partecipato alla kermesse sahariana. Sindaci e amministratori a comporre gli oltre 200 presenti: Fedele, Casali, Ovan, Castenetto, De Crignis, Ferrari, Annalisa Di Lenardo, Recchia, Pinzan, Casasola, Pezzetta (Buja) Simoncin, Venturini, Francesco Ciani, Pertoldeo, Cucci, Quai, Di Gioia, Paolo Ciani, Alessandra Guerra (a breve uscirà un suo libro) e molti altri. Saro ribadisce che non c’è nessuna volontà di strappare con la maggioranza regionale, ma serve una scossa: Su enti locali si viaggia a vista, su economia, basti pensare alla crisi dell’edilizia, siamo a zero; i giovani fuggono all’estero (percentuale più alta in Italia) e non si vedono prospettive. “Per questi motivi ho chiesto a Fedriga un cambio di passo da parte della giunta, il mio motto è: “collaborazione e competizione”, non capisco la posizione subalterna di Bini a Fedriga, se devi fare la fotocopia di una cosa che c’è già, l’elettore preferisce l’originale alla fotocopia”. Oltre a uno dei fondatori di Progetto Fvg a Trieste, Michele Sacellini, è intervenuto il consigliere regionale Emanuele Zanon: “Non mi faccio condizionare dai giornali, ma riconosco in Saro la capacità di stimolare la maggioranza a fare un salto di qualità, la dialettica ci deve essere sempre, porta idee, freschezza e motivazione”. Se non è diaspora poco ci manca, e un domani, Fedriga farebbe bene a ricordarsi la data di ieri.            

Related posts