3 Luglio 2020 - 7:11 pm


Il blog più querelato del Nord

Breaking News

SpecialeFriuli Exxx…Polzive!!! I dirigenti della Regione FVG tirano più dei parlamentari: dai 120 ai 170 mila euri/anno. Esclusivo.

Non hanno ancora presentato il dettaglio i deputati Savino, Tondo e Moschioni.

Lavorano? non lavorano? missioni? imboscature? tirano troppo? Chissà. Per alcuni parlamentari, l’elezione al parlamento grazie alle liste bloccate del Rosatellum (un simil-sistema che Fedriga vorrebbe introdurre anche per le regionali…), ha rappresentato una trasformazione quasi antropologica. Sono pubblicati i redditi dei parlamentari friulani eletti due anni fa in Parlamento e, nel caso nostro, i redditi dei primi 10 mesi di mandato a Roma relativi al 2018. Per alcuni uno shock. Massimiliano Panizzut, il factotum della Lega a Nord Est, è passato da 3mila euri dichiarati nel 2018 (reddito ante elezione) ai 76mila attuali orfani degli ultimi 2 mesi che restano da conteggiare: nel totale andrà a sfiorare i 100mila euri. Buon record anche per la gradese Fiormaria Marin il cui reddito è passato come per incanto da 0 a 80 mila in un sol colpo. Anche per la tolmezzina Bubisutti la greppia ha fornito buon foraggio grazie alla rinuncia di Fedriga a deputato e a un’altra candidata che, all’ultimo, non se la sentiva di firmare l’accettazione di candidatura. Aurelia Bubisutti è passata 6mila euri dichiarati nel 2018 ai 51 mila del 2019 (primi 10 mesi del 2018 a Roma). In tutto questo torrente di danaro, il confronto con i percettori di mesate che la regione autonoma e speciale del Friuli VG fornisce, è da urlo. Basti solo pensare al comparto sanità cui ieri abbiamo riportato i compensi dei vertici delle rispettive aziende: i direttori amministrativi, socio sanitari e assistenziali, tirano circa 150 mila euri/anno, un direttore generale oltre 170mila (Jo Polimeni…Poggiana…Tonutti…Tosolini…Dorbolò…). In regione i dirigenti di vertice tirano di tabellare 120mila euri/anno oltre ai benefit. Per i dirigenti friulani una cuccagna, doppia cuccagna, senza neanche la rottura di balle di trasferirsi in capitale con conseguenze aumento dei costi.   

Related posts